Marzo con GELO e NEVE sull'Italia oppure l'INVERNO ci saluterà con un'ALTRA SORPRESA? Ecco gli ULTIMI AGGIORNAMENTI


di  Redazione, 03-03-2021 ore 07:30      Condividi su facebook  Condividi su whatsapp  


Provare a tracciare la strada meteorologica quanto più vicina possibile alla realtà durante il mese di marzo, non è semplice nemmeno per i modelli matematici, che cercano di inquadrare l'assetto emisferico in ogni aggiornamento, ma devono tener conto di innumerevoli variabili date anche dal cambio di stagione e dalla dinamicità che esso infonde, amplificando appunto la possibilità di errore previsionale.

Cosa accadrà sull'Italia?

Una piccola premessa ci sembra doverosa. Il gelo e la neve che avevamo ipotizzato perde la sua probabilità di accadimento perché alla luce degli ultimi aggiornamenti, mancherebbe l'ultimo tassello favorevole affinchè colpisca anche il nostro Paese. Ebbene, viene a mancare quell'ultimo step necessario alla ulteriore discesa verso il Mediterraneo della massa d'aria fredda proveniente dalla Russia. I movimenti consoni ad un'ondata molto fredda c'erano tutti. L'alta pressione in risalita verso latitudini settentrionali, blocco alle correnti zonali, discesa di un lembo gelido dalle steppe russe. È venuto meno però l'ultimo movimento, ovvero quello del piegamento anticiclonico verso Nord-est in modo da permettere la discesa verso sud-ovest del gelo, a causa di una ritrovata vorticità sul Nord della Scandinavia. Alta pressione quindi più schiacciata sui paralleli e gran freddo relegato solo ai paesi europei orientali. Sulla Russia ad esempio continuano le temperature quasi glaciali fino a suolo. Nevicate quindi, che nei prossimi giorni interesseranno molti territori nord-orientali europei, con l'Italia che riceverà soltanto un piccolo sbuffo freddo, sfiorata da temperature in quota non propriamente gelide, che però faranno abbassare i valori termici al settentrione e sul versante adriatico.

Quali sorprese quindi?

Al momento ben poche, tranne il perdurare di condizioni climatiche simili a quelle dette in precedenza per gran parte della prima decade di marzo. Riteniamo però ancora possibile intorno alla metà del mese, un interessamento più freddo anche per l'Italia, ma non perché vogliamo a tutti i costi dar luogo ad un periodo più rigido anche per il nostro Paese, ma solo perché la riteniamo un'ipotesi ancora non campata in aria. Sappiamo bene e sottolineamo che non è semplice inquadrare una dinamica configurativa, soprattutto quando ci si allontana man mano dal periodo preso in considerazione. Ribadiamo che trattandosi di ipotesi bisogna accostarsi sempre con il giusto distaccato approccio e senza voler fare proclami di nessun tipo, restano a nostro avviso le possibilità di un periodo più freddo durante il mese di marzo. Gelo solo rimandato alla seconda decade del mese? Probabile, ma ovviamente non certo. Continueremo a monitorare la situazione e a farvene cronaca ogni giorno con i nuovi aggiornamenti, prendendone atto, ben consci che poi a decidere il tutto resta sempre la natura.

Potrebbe interessarti anche: "la tendenza per il mese di marzo"

SCOPRI le PREVISIONI del TEMPO per la tua CITTA' (CLICCA QUI)

 




LEGGI ANCHE